Attività svolta nel quadriennio 2013-2017

Ateneo di Salò onlus

 

Attività svolta nel quadriennio 2013-2017

 

 

L’Ateneo di Salò onlus, nato come “Accademia degli Unanimi” nel 1564, è un Ente morale il cui scopo statutario è l'incremento delle scienze, delle lettere, delle arti e dell'economia con speciale riferimento alla zona benacense e al suo entroterra. Possiede una ricca biblioteca di circa 25.000 volumi (incunaboli, cinquecentine e volumi dal 1600 ad oggi) e diversi fondi d’archivio accesi a illustri personaggi del territorio (documenti dal 1320 ai giorni nostri).

La Biblioteca, che dal 2009 ha sottoscritto un accordo di collaborazione con la rete Bibliotecaria Bresciana, e l’archivio dell’Istituzione sono aperti al pubblico per 18 ore settimanali con personale dipendente qualificato allo svolgimento dell’attività biblioteconomico-archivistica.

 

 

2013

 

Nel 2013 l’Ateneo di Salò ha organizzato un ciclo di 4 conferenze che hanno trattato, così come statutariamente previsto, tematiche diverse in parte inerenti il proprio ambito territoriale: 31 gennaio: Scavi archeologici nell’area del Lugone (sec. I-IV d.C) a cura del dott. Piero Simoni, il 12 aprile: I Mussulmani in occidente: storia, questioni e prospettive a cura del prof. Roberto Tottoli; 15 maggio: Identikit di una particella elementare. Dalla meccanica quantistica al bosone di Higgs a cura del prof. Giuseppe Nardelli; 17 maggio: Omaggio ad Antonio Stagnoli a cura del prof. Alfredo Bonomi.

Nello stesso anno è stato presentato il volume di Luciano Anelli, Una notte nella Medina con intervento di Artemisia Botturi Bonini.

 

 

2014

 

Nel 2014 ha inaugurato un ciclo d’ importanti incontri pubblici (convegni, tavole rotonde, conferenze) per la celebrazione del 450° anniversario di fondazione riconfermandosi come centro sempre più vivo di promozione della conoscenza del territorio benacense e come luogo di relazione fra le forze più espressive della cultura nazionale. Le celebrazioni sono state aperte il 20 settembre 2014 con un partecipatissimo incontro culturale dal titolo Il capitale gardesano: uomini, terre, arte, lavoro, tenuto da Philippe Daverio. Nell’autunno-inverno si sono svolte le seguenti conferenze: 24 ottobre, Alfredo Bonomi, Viaggio in Valle Sabbia. Tra storia, arte e paesaggio; 31 ottobre, Claudia Dalboni e Renato Cobelli; L’Ateneo di Salò negli ultimi cinquant’anni; 28 novembre, Luciano Anelli, Pietro Belotti. Un bresciano tra i maggiori pittori del Seicento italiano:

Il 29 novembre si è svolta la tavola rotonda,coordinata da Massimo Tedeschi, dal titolo Il lago che verrà. Economia, società e dinamiche globali nel Garda del XXI secolo. Sono intervenuti: Marco Bonometti, Giovanni Gregorini, Paolo Rossi, Tino Bino, Mauro Parolini, Giorgio Passionelli.

Il 6 dicembre si è svolto il convegno Una terra e il suo archivio. La Magnifica Patria di Riviera, coordinato da Giuseppe Piotti, al quale hanno partecipato Daniele Montanari ed Enrico Valseriati.

Il 7 dicembre, nell’ambito dei Pomeriggi musicali, organizzato dall’Amministrazione comunale, l’Ateneo ha promosso un Omaggio agli artisti salodiani con Gerardo Chimini (pianista e compositore) e Paolo Artina (musicologo e violinista).

Nell’ambito delle celebrazioni del 450° di fondazione dell’Accademia si è voluto inoltre valorizzare e ristampare, con corredo critico, alcune opere legate ad autori del passato, soci dell’istituzione: Le Tragedie Altea, Astianatte e Polissena di Bongianni Gratarolo e il volume De Hortorum cultura di G.M. Voltolina, entrambi a cura di Riccardo Sessa. Presentati rispettivamente il 3 ottobre 2014 e il 23 ottobre 2015.

 

2015

 

Le iniziative celebrative sono quindi proseguite per tutto il 2015, con la seguente articolazione:

- 16 gennaio, conferenza di Giovanni Pelizzari, Profilo sociale della Magnifica Patria di Riviera. Famiglie e potere fra ricchezza e miseria;

- 31 gennaio, convegno La Grande Guerra. L’evento che cambiò la storia, coordinato dal Francesco Perfetti con interventi di Giorgio Petracchi, Mauro Grazioli, Marcello Zane;

- 6 febbraio, convegno Il Garda e l’arte. Storia, artisti e monumenti, coordinato da Valerio Terraroli con interventi di Fiorenzo Fisogni, Paolo Bertelli, Stefano L’Occaso, Monica Molteni, Stefania Cretella, Roberta D’Adda, Lucia Mor, Michela Valotti, Paolo Bolpagni;

- 22 febbraio, convegno Il Garda e la musica. Musica e musicisti sul Garda fra passato e presente, coordinato da Enrico Raggi con interventi di Maurizio Righetti, Sergio Bertasio, Ugo Ravasio. Il convegno è stato corredato da un concerto di Luca Lucini alla chitarra e Matteo Falloni al pianoforte;

- 7 marzo, convegno L’umanità esisterà ancora per il Seicentesimo dell’Ateneo?, coordinato da Alfredo Marzocchi con interventi di Antonio Ballarin Denti, Alessandro Musesti, Edie Miglio, Stefano Pareglio, Pierluigi Malavasi, Carlo Baroni);

- 20 marzo: convegno L’economia del lago durante l’età moderna, coordinato da Sergio Onger ed Enrico Valseriati, con interventi di Edoardo Demo, Walter Panciera, Paola Lanaro, Rodolfo Bertoni, Fabrizio Costantini, Marco Faini, Daniele Montanari;

- 30 marzo, conferenza di Nikola Rossbache Lucia Mor, Il lago di Garda nella letteratura tedesca. Viaggio nei testi da Goethe a Bodo Kirchhof;

- 11 aprile convegno Il protettore della riviera. Il provveditore capitano tra Venezia e la Magnifica Patria, coordinato da Claudio Povolo, con interventi di Eliana Biasiolo, Lia De Luca, Laura Amato;

- 17 aprile, convegno Il Garda e gli scrittori, coordinato da Pietro Gibellini, con interventi di Roberto Fedi, Raffaella Bertazzoli, Alessandra Giappi, Franca Grisoni;

- 9 maggio, convegno Il lago di Garda, quale futuro per il paesaggio?, coordinato da Giovanni Cigognetti, con interventi di Marinella Mandelli, Cesare Lievi, Andreas Kipar, Alessandro Rocca, Francesco Munoz, Michael Jakob);

- 15 maggio, conferenza di Simone Don, con Alfredo Buonopane, Reimpiego e riuso di materiale di epoca romana tra Garda e Valle Sabbia;

- 22 maggio, convegno Le parlate del Garda, coordinato da Alfredo Rizza con interventi di Graziano Tisato, Giovanni Bonfadini, Antonio Foglio, Glauco Sanga;

- 17 ottobre, conferenza di Nino Dolfo Il Garda e il cinema.

- 23 ottobre, tavola rotonda Dalle antiche istituzioni verso il tempo futuro con nuove strategie

coordinata da Tonino Zana, con interventi di Marco Basile, Alberto Pelizzari, Vittorio Lanzani.

 

 

2016

 

Nel 2016 l’Ateneo ha iniziato a collaborare con gli Istituti scolastici secondari di secondo grado del proprio territorio in esperienza di Alternanza scuola-lavoro, ex-lege 107/215. E nel medesimo anno è entrato a far parte del Comitato Interaccademico Nazionale (Ateneo di scienze lettere ed arti di Bergamo, Ateneo di scienze lettere ed arti di Brescia, Accademia Nazionale Virgiliana di Mantova, Accademia Galileiana di scienze lettere ed arti di Padova, Accademia Roveretana degli Agiati, Accademia dei Concordi di Rovigo, Ateneo Veneto di Venezia, Accademia di agricoltura scienze e lettere di Verona, Accademia Olimpica di Vicenza) e del Comitato delle Società Storiche Lombarde.

Sempre nel 2016, l’Accademia ha presentato l’ambizioso progetto triennale Storie di Salò e dintorni che ha lo scopo di approfondire la storia (sociale, economica, culturale e paesaggistica) del proprio territorio, attraverso studi e ricerche condotti da docenti universitari, cultori delle diverse discipline, e studiosi ed esperti locali. Hanno aderito all’iniziativa, che vede anche il coinvolgimento di studenti delle scuole di ogni ordine e grado della zona benacense: i comuni di Salò, Gardone Riviera, Roè Volciano, la Comunità del Garda, la Comunità Parco Alto Garda Bresciano, il GAL, l’ERSAF, Garda Musei, la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, le Università degli Studi di Pisa , di Padova e Verona.

A conclusione del lungo ciclo di incontri culturali, convegni, seminari e tavole rotonde è prevista la pubblicazione di tre volumi tematici e cronostorici, già in fase di predisposizione.

Collateralmente al programma storiografico, l’Ateneo si è fatto carico delle presentazioni di due volumi avvenute il 10 settembre e il 15 ottobre: Emilio Mariano, Da Gabriele d’Annunzio a Eleonora Duse, ovvero dal Fuoco alle Laudi, a cura di Maria Rosa Giacon (Venezia, Edizioni Ca’ Foscari, 2016), patrocinato dall’Ente; Giovanni Pelizzari, Ivan Bendinoni, Il provveditorato veneziano della Magnifica Patria della Riviera (Salò, edizione a cura dell’Ateneo di Salò), con conferenza di Michael Knapton sul tema Magnifica Patria, piccole patrie. Scomporre e ricomporre il dominio veneziano di terraferma.

Nel giugno del 2016 è stato inoltre aperto il nuovo sito web (www.ateneodisalo.com.), tenuto costantemente aggiornato. E’ un sito che consente un’ottima visibilità dell’Ente sia per l’aspetto storico-istituzionale-statutario che per quello inerente all’attività culturale e di catalogazione bibliografico-archivistica.

Durante l’intero corso dell’annosi è dato avvìo alla revisione del complesso patrimonio archivistico, librario e artistico raccolto in sede, in previsione del trasloco presso l’ex Palazzo di Giustizia a Salò. Le opere pittoriche sono state – per la prima volta - fotografate e sinteticamente catalogate (27 tra disegni, schizzi, dipinti su tela). Alcune necessitano di restauro.

Per l’anno scolastico 2016-2017, nell’ambito del programma Alternanza Scuola-Lavoro, la Commissione Didattica dell’Ente ha proposto alcuni “pacchetti” formativi che prevedono una parte propedeutica comune finalizzata a far conoscere allo studente la storia e l’organizzazione dell’Istituzione, a fornirgli alcune informazioni relative all’organizzazione degli archivi, al libro e alla sua storia, alla catalogazione e alla conservazione del patrimonio archivistico e librario conservato. E alcuni progetti specifici sulle seguenti tematiche: 1) La peste a Salò: ricerca bibliografica e d’archivio; 2) Il patrimonio librario e archivistico delle istituzioni gardesane; 3) Il territorio e l’ambiente, con particolare riferimento agli aspetti naturalistici e geologici; 4) Il Museo Benacense, raccolta epigrafica dell’abate Giuseppe Brunati.Digitalizzazione dei documenti e trascrizione; 5) Digitalizzazione materiale appartenente al Fondo Antonio Duse; 6) Storia del turismo, nascita, presenza ed evoluzione del turismo sul territorio gardesano e dei territori limitrofi. Conoscenza dei luoghi storici di interesse sul nostro territorio.

 

2017

 

Nel 2017 è stato promosso un bando per 5 borse di studi sul tema La teoria del colore di Harald Kueppers, grazie al contributo del socio ing. Romano Dubbini, rivolto esclusivamente agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Brescia. Hanno aderito quarantatrè ragazzi che hanno partecipato a un ciclo di seminari di approfondimento sul tema che si è svolto nei giorni: 7 marzo, 21 marzo e 4 aprile. Di questi partecipanti, dodici hanno presentato significativi elaborati. I cinque ritenuti migliori hanno ricevuto, ciascuno, una borsa di studio di 2.000 euro. Gli elaborati sono ora consultabili sul sito istituzionale (http://www.ateneodisalo.com/borse-di-studio).

Il 22 aprile è stato presentato da Angelo Loda, presso il Duomo cittadino, dove è conservato il Crocefisso ligneo di Giovanni Teutonico, il volume di Sara Cavatorti, Giovanni Teutonico. Scultura lignea tedesca nell’Italia del secondo Quattrocento (Passignano, Aguaplano, 2016)

Nel medesimo anno, il 4 maggio, è proseguito il percorso del progetto Storia di Salò e dintorni con una conferenza di Carlo Baroni dal titolo Geologia, geomorfologia e pedologia del territorio.

La collaborazione con le Università degli Studi di Pisa e di Padova (quest’ultima siglata con una convenzione), coordinata dai proff. Gian Pietro Brogiolo e Carlo Baroni, ha permesso di aprire nuove prospettive attraverso una campagna di scavi archeologici che si è tenuta nei mesi di giugno e luglio nella località Monte Castello nella frazione di San Michele (comune di Gardone Riviera). L’avvio degli scavi è stato presentato in conferenza stampa il 19 giugno. I risultati dell’operazione sono stati divulgati durante due incontri pubblici dal titolo Ricerche archeologiche in Val di Sur. Tracce per una nuova storia di Gardone Riviera, a cura di Gian Pietro Brogiolo, il 5 luglio e il 24 novembre.

I convegni sulla Storia di Salò e dintorni si sono sviluppati quindi, nell’arco dell’anno, prendendo in esame l’ Ambiente naturale e il paesaggio. Il primo incontro sul tema si è svolto il 13 maggio, con interventi di Antonio Foglio e Gian Pietro Brogiolo; il secondo si è svolto il 18 maggio con interventi di Beatrice Zambiasi, Ruggero Bontempi, Stefano Armiraglio, Paolo Nastasio.

L’11 ottobre, in occasione dell’importante esposizione pavese l’Ateneo ha promosso la conferenza di Gian Pietro Brogiolo Il lago di Garda e i Longobardi. Novità dalla mostra di Pavia sul popolo che cambia la storia.

L’11 novembre, in collaborazione con il Comune di Sabbio Chiese, ha promosso una giornata di studi, coordinata da Elena Ledda, dal titolo Arte veramente rara, stupenda & miracolosa. Gli stampatori da Sabbio: un’avventura intellettuale, un progetto di valorizzazione. Sono intervenuti: Alfredo Bonomi, Cesare De Michelis, Giuseppe Nova, Michela Valotti.

Alla “Rassegna della Microeditoria”, che si è svolta a Chiari il 12 novembre, l’Ateneo ha partecipato con la presentazione del volume di Giovanni Pelizzari e Ivan Bendinoni Identità storica di un territorio. Il provveditorato veneziano della Magnifica Patria della Riviera ( Salò, a cura dell’Ateneo di Salò, 2016)

Il 25 novembre l’Ateneo ha concluso la prima sezione del progetto Storia di Salò e dintorni con un seminario di studi dal titolo Tra insediamenti e risorse, al quale hanno partecipato: Marco Baioni, Carlo Baroni, Giovanni Cigognetti, Giovanni Pelizzari e Gian Pietro Brogiolo.

In sintonia e collaborazione con altre istituzioni benacensi, nel 2017 l’Ateneo ha costituito un gruppo di lavoro, coordinato dalla Comunità del Garda, per la promozione del riconoscimento del Garda come Patrimonio Unesco. Il 30 giugno ha promosso, pertanto, una prima tavola rotonda dal titolo Il lago di Garda patrimonio da salvaguardare e valorizzare: le opportunità offerte dall’Unesco, coordinata da Massimo Tedeschi con interventi di Micaela Deriu, Gianni Oliosi e Beatrice Zambiasi.

Nel periodo pre-natalizio, con l’intento di valorizzare e divulgare le opere artistiche conservate nelle maggiori chiese cittadine, l’Ente ha promosso un ciclo di incontri dal titolo Volti. Percorsi d’arte e musica verso il Natale, coordinatoda Andrea Crescini e Giuseppe Fusari, con accompagnamento all’organo di Gerardo Chimini. Gli incontri sono stati così programmati: 24 novembre, Marcantonio Franceschini, La Visitazione di Maria a Elisabetta (chiesa della Visitazione); 1 dicembre Paolo Farinati, L’adorazione dei pastori (Chiesa san Bernardino); 9 dicembre, Andrea Celesti, L’Immacolata (Duomo santa Maria Annunziata).

Nel corso dell’anno, nell’ambito del programma ministeriale Alternanza Scuola-lavoro si sono svolti e conclusi i seguenti progetti: La peste a Salò: ricerca bibliografica e d’archivio (in preparazione documentario storico); 2) Il territorio e l’ambiente, con particolare riferimento agli aspetti naturalistici e geologici; 3) Il Museo Benacense, raccolta epigrafica dell’abate Giuseppe Brunati.Digitalizzazione dei documenti e trascrizione; 4) Storia del turismo, nascita, presenza ed evoluzione del turismo sul territorio gardesano e dei territori limitrofi. Conoscenza dei luoghi storici di interesse sul nostro territorio.

 

 

© 2016 Ateneo di Salò. All rights reserved.

Moving